ANGELO DALL’OCA BIANCA

Angelo Dall’Oca Bianca nacque a Verona il 31 marzo 1858. Scoperto molto presto il suo talento per la pittura, frequentò giovanissimo l’accademia d’arte e a soli diciotto anni incontrò un successo di pubblico tale da partecipare nel 1912 con 83 opere alla Biennale di Venezia. Oltre alla sua Verona, Dall’oca si innamorò anche di Torri. Questo è dimostrato da molti quadri dedicati ai vicoli del nostro paese e ribattezzati poeticamente da lui una seconda volta. Alloggiava quasi sempre all’ Hotel Gardesana, ormai era di casa. Spesso si incontravano sul porto assieme all’amico Berto Barbarani. L’11 ottobre del 1925 (frequentava Torri già da 15 anni), fu nominato Cittadino Onorario del Comune di Torri del Benaco. In questa occasione Barbarani documentò la cerimonia in veste di cronista per “La Gardesana”, giornale di quell’epoca. Continuò a dividere la sua cittadinanza torresana con Verona fino il 1936, anno in cui per uno screzio con l’Amministrazione Comunale d’allora partì senza mai più fare ritorno. Alla sua morte il 18 maggio 1942, lasciò tutti i suoi averi e quadri al Comune di Verona, affinché costruisse delle case per i poveri. A Torri lascia molte opere, ritratti di belle donne, scorci e barconi e una meravigliosa Madonna con Bambino, che regalò allora al Comune, oggi si trova nell’ufficio del sindaco.

Comments